accedi   |   crea nuovo account

La rugiada dei tuoi sorrisi

È bello vederti sorridere,
quando accogli sul viso fiocchi di neve, come fossero virgole di panna,
quando, in un cercarsi di mani, le nostre strette si fanno intermittenti,
come luci scanzonate che fanno l'occhiolino ai misteri della notte.

È bello vederti sorridere,
quando, dal colle della follia, io diserto sua altezza il dizionario,
e varo parole con efelidi e treccine, facendo sberleffi agli anni.

È bello vederti sorridere,
quando le mie dita lievi cercano il sole dorato dei tuoi capelli,
quando emulo ballerine sulle punte, con la speranza senza senno di sfiorare il cielo.

È bello vederti sorridere,
quando le mie mani tracciano piccoli paradisi di carezze sul tuo viso,
quando tu disegni fiori chiacchieroni sul nero dei quadretti,
e liberi il ragazzo scanzonato che c'è in te, lì pronto all'appello.

È bello vederti sorridere,
quando le primule fanno a gara per debuttare in prima fila a primavera,
quando i papaveri convolano a nozze con il grano,
quando il vento rubacuori corteggia le foglie d'autunno e rapisce la più bella,
quando signora neve fa il verso agli ermellini, e tutto imbianca.

È bello vederti sorridere,
quando uno spicchio ispiratore di universo ti ammalia cuore e sguardo,
e tu corri selvaggio sul destriero alato dell'arte.

È bello vederti, sempre.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0