accedi   |   crea nuovo account

La transumanza della natura umana danza

Dolcissimo
voluttuoso
è
il beato canto

sceso a valle

dai crepacci della ragione

in soffici
leggere piume
di leggiadro velluto

volate via
sfuggite
per incanto

dai ghiacciai
sempiterni
della mente

sciolti
da un semplice raggio
di Sole

umili ruscelli
di luce
scorrono

teneramente
belanti

in Pecorelle
bianche

Ondeggianti
a gioiosa pioggia

su un verde prato
divinamente
fluttuante

perdendosi
in Amore

a brucare
appassionatamente

fra fiori
silenziosi
cullati
da un vento
arcobaleno

l’Anima

in Un’alba rosseggiante

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 04/03/2009 08:37
    ... mi piace molto... assomiglia vagamente al mio modo di interpretare la poesia..
  • Anna G. Mormina il 28/01/2009 18:56
    ... "su un verde prato, divinamente, fluttuante
    perdendosi, in Amore"...

    Bellissima questa tua descrizione dei ghiacciai che, sciogliendosi, si donano a noi con Amore...
    ... dolce e molto piaciuta!!!
    Grazie! :o*
  • mariella mulas il 28/01/2009 16:28
    Che dire!! È magia... parole che cantano... pensieri che innalzano al supremo errare di sogni.. tu li trovi e li incateni ai versi.
  • Anonimo il 28/01/2009 12:18
    Vincenzo... fai paura! Ciao!
  • Domenico Montaleone il 28/01/2009 09:35
    Non ho parole!
  • M. Cristina Tacchini il 28/01/2009 08:16
    Semplicemente stupenda!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0