PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Andata e ritorno

Sono fatto di sabbia,
un instancabile oceano
mi bagna,
mi ruba continuamente alla spiaggia
alla spiaggia mi restituisce.

Con dolcezza,
cancella dalla memoria
il suono dell’acqua,
la tristezza del viaggio di andata,
l’amara dolcezza del ritorno.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Francesco Giofrè il 13/04/2010 19:32
    la sabbia trasportata
    la sabbia rapita e poi liberata dalle onde del mare
    il viaggio di andata è sempre speranzoso e vive di una forte eccitazione
    mentre il ritorno è sempre malinconico a meno di disastri
  • Ugo Mastrogiovanni il 30/01/2009 11:07
    L’elemento che prevale in questi versi è una piacevole descrizione dell’incommensurabilità dei granelli di sabbia e quel andare e venire delle onde ove il poeta si immerge e identifica la natura del suo infinito.
  • nicoletta spina il 29/01/2009 22:45
    Il ritmo dolce della risacca, il mare che prende e ritorna...
    È l'ora che volge al disio ai naviganti questa bella poesia.
    Un sorriso
  • Rodica Vasiliu il 29/01/2009 15:46
    Ho provato un grande piacere leggere questa poesia... di una dolcezza e sensibilità uniche!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0