accedi   |   crea nuovo account

Ceneri ardenti

L'egoismo, l'odio e la guerra, flagello dell'umanità.

Il bambino non capiva
guardando intorno a sé
perché cadevano le bombe
perché moriva la gente.

Sua madre stesa a terra
senza respiro, senza vita.
Frammenti di cemento
e ceneri ardenti.

Lacrime sgorgavano
dai suoi occhietti squarciati
gli tremavano le gambe
le sue forze si affievolivano.

Non voleva più vivere
in questo mondo crudele
di gente troppo spietata
che uccide senza pietà.

Senza cibo e senza amore
senza speranza, senza calore
lo sgomento e il dolore
frantumarono il suo cuore.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • M. Vittoria De Nuccio il 08/08/2009 12:19
    Intensa... stupenda la chiusa.
  • Anonimo il 23/05/2009 15:09
    Molto intensa... A volte si dice che bisogna guardare la realtà con gli occhi di un bambino, ma, la realtà frammentata, dilaniata dalla morte e dal dolore non si presta a sguardi innocenti e schietti. Complimenti!
    Emy
  • Ugo Mastrogiovanni il 29/04/2009 12:33
    Versi da tramandare alla memoria e alla posterità.
  • Anonimo il 27/04/2009 11:38
    Imbarazzante.
  • tanya belletti il 06/03/2009 11:54
    mi ha commosso.. bellissima a 5stelle!
  • luigi deluca il 08/02/2009 07:39
    purtroppo questa tua condivisione di dolore e rabbia... ha un riscontro quotidiano nella realtà, non c'è giorno dove non vengano distrutti i sogni di un bambino...
    mi hai commosso
  • Anna G. Mormina il 30/01/2009 20:52
    ... innocenza di un bimbo, falciata dalla crudeltà di "potenti"...
    ... non riuscirà mai a capire, ma crescendo, farà di tutto, per rendere migliore questo nostro mondo...
    ... con sensibilità e dolcezza hai saputo affrontare un agomento attuale e tanto doloroso...
    Brava cara Maria!... un forte abbraccio!
  • Adamo Musella il 29/01/2009 22:49
    Eppure nasciamo così candidi e innocenti alla vita... quanto diventiamo diversi per fare quello che facciamo... poetica alta e bella da incanto cara Maria baci, baci
  • Kiara Luna il 29/01/2009 16:02
    Molto significativa e struggente, ottima l''ultima quartina.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0