accedi   |   crea nuovo account

Utopia

Le ore si stanno facendo pesanti
opprimono la mia mente
disarmandola da ogni sprazzo di ragionevolezza...
cancello ogni barlume di vitalità
cercando di nn ascoltarli
ma è più forte di me
quell'insano ed ipnotico canto
si prende gioco della mia anima
ed io
sommersa da ogni loro respiro
soffoco ogni legame
innalzandomi fino all'estremo limite dell'illusione...
ed in quell'infernale vortice vorrei
che il nostro pianto non cessi d'esistere
che il nostro sangue sgorghi da un'unica ferita
che i nostri occhi non vedano altro
che il riflesso di questa follia...
un ricordo.. un sogno.. non so'...
ma se il suono di questa notte avesse un colore
dipingerei il mio corpo
con il tuo profumo.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • vasily biserov il 07/02/2010 16:33
    bella poesia e bella idea finale!! brava!!
  • virginia marcelloni il 01/02/2009 11:48
    .. garzie infinite per i bellissimi commenti...
  • Donato Delfin8 il 01/02/2009 08:06
    Bella. Chiusa bellissima. grazie sbircio ancora un po'
  • Adamo Musella il 31/01/2009 14:30
    La ragione ci porta a pensare a luoghi e condizioni ideali... la realtà ci spinge a confutare la tesi... ma poi accade ed ecco che i sogni divengono veri... molto bella Virginia, complimenti baci
  • Vincenzo Capitanucci il 30/01/2009 16:39
    Stupenda... dipingerei il mio corpo... con il tuo profumo... ed allora... non sarà più illusione...

    Splendida... Virginia... il canto di una Vestale... complimenti...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0