accedi   |   crea nuovo account

Tempi andati

Sulla punta del tuo piede
ebbe voce la mia vita,
affaciata sullo Stretto fatato
a cercare Morgana.
Quanti giochi sul braciere serale!
Quante storie del nonno ad ascoltare!
I ricordi più vivi sono ancora negli occhi:
salti in piazza nel mondo,
o a rincorrersi e trovare.
E quel semplice mangiare...
pane e olio e lo zucchero a leccare!
E le domeniche di festa
che pareva bello persin pregare.
Le lunghe processioni coi petali per terra
e le coltri colorate sui balconi..
son tempi andati.
Persino la gioia dell'odore del ragù
per le vie, non si sente più.

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 15/04/2014 02:40
    Colori ed odori di una terra comune, cara Annamaria, che mi hai fatto rivivere ed annusare per l'aria per quei vicoli baciati dal sole da dove si spaziava sul mare ed in certe mattine si vedeva Morgana che abbracciava le case sullo Stretto!

2 commenti:

  • Domenico Montaleone il 02/02/2009 07:23
    Carissima, io ero da un'altra parte, il contenuto della tua poesia rispecchia pienamente anche la mia realtà di quel passato. Ho letto con un po' di malinconia. Molto bella. Ciaoooooooo
  • Anonimo il 01/02/2009 22:03
    .. quanti ricordi anche miei.. e tanta nostalgia
    Un sorrisdo Auroera

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0