PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'immortale fiume scorre

Scendendo
nel nero profondo
sotterraneo
del mio essere materiale

Trovo solamente
morte e croci
in pianto

quanti compagni persi
in questa malsana guerra
di vita

Eppure
nel buio
sento
traboccare
delle lacrime

dalle mie mani
innocentemente
assassine

vivide
stelle

Il potente
Alito

d’una bocca
in vento

Un fiume luminoso

in un neo
d’immortale
Bellezza

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 06/01/2010 11:28
    Se dico al computer scegli una poesia a caso... il 90% delle volte ne estrae una tua.
    Poichè è un piacere leggerle non passo oltre, anzi mi soffermo, le leggo una, due, tre volte per capirne il concetto
    carpirne l'essenza... stili diversi, argomenti diversi... logiche conosciute forse solo da te, ma sono opere sempre belle.
    Non smettere mai.
  • Anna G. Mormina il 02/02/2009 20:24
    ... lacrime, croci morte...
    ... vivide stelle e un fiume luminoso, ci aiutano a trovare l'immortale bellezza che è dentro di noi, da SEMPRE!
    Bellissima! :o*
  • Anonimo il 02/02/2009 10:17
    Vincenzo.. questa e' splendida.. la sento.. ma guardo anche quel fiume luminoso.. e quel neo di immortale bellezza.
    Aurora

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0