accedi   |   crea nuovo account

Le parti bianche di daisy

Forse la mente umana annulla l'orrore
quando non è in grado di sopportarlo.
Ma è necessario che qualcuno ricordi.
La nebbia offusca la luce,
la pioggia inonda le anime,
il microbo assale di nuovo
la città ignara.
Le mie mani
scavano un rapido varco nell'oblio.
Ricordo.
i miei occhi
cercano un debole spiraglio.
Ricordo.
L'uomo è inerme
immobile
non curante.
Quella nebbia e quella pioggia
lo aiutano.
Lo aiutano a non accorgersene.
L'ignoranza lo rende schiavo e felice
.. e il mio ricordo continua a vivere.
Goccie di speranza vorrei,
onde di magnetici sguardi,
luci di insospettabili tramonti,
ombre di corpi mutilati
.. ancora un altro sospiro
.. ancora un altro sospiro

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Sandrino Aquilani il 04/02/2009 15:27
    Per dirti brava mi bastano le prime tre righe. Complimenti
  • virginia marcelloni il 02/02/2009 23:28
    grazie ale.. forse ne avrei bisogno anke io
  • aleks nightmare il 02/02/2009 22:30
    mi piace molto la tua psico-analisi poetica!
  • Vincenzo Capitanucci il 02/02/2009 16:19
    Nebbia e pioggia lo aiutano a guardarsi dentro... nelle profondità abissali... splendono altri Soli...

    Bellissima... ancora un altro sospiro... un altro spiraglio...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0