PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Un invisibile amore infantile e un inaspettato amore gentile

Desiderato momento
scese su me cancellando il tormento,
un'ombra oscura,
riecheggiava tra le pareti della mia paura,
una fredda mano,
accarezzava invidiosa
i petali della mia rosa.
D'improvviso,
sul mio viso,
s'accese un raggio di sole
in un giorno di incessante dolore,
illuminò, sovrastando il mio rancore.
Arrivò inaspettato il mio "salvatore",
mi scaldò, con occhi da vincitore.
Tese la sua possente mano
in quell'esile giorno profano,
donandomi una stella dorata,
durante la notte più aspettata.
Portò via con sè
gli odi e i timori,
quei fastidiosi “rumori”,
i piccoli e innocenti errori,
i miei materni dolori,
Scoprii il desiderato amore,
in me si accese un’ inaspettato ardore,
uno scompiglio nel mio cuore,
amai, per la mia unica prima volta il mio vero Amore...

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 24/08/2012 11:07
    ... mi hai ricordato Pontano
    complimenti...

1 commenti:

  • Alessandra il 14/09/2014 20:38
    Davvero complimenti, una poesia davvero toccante..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0