PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ossessioni

Nell’estremo errare,
per tempi e momenti,
mi colgo un po' lasciato solo
e senza scuotere il mio senno
non ottengo più concetti.
Impetuoso e travolgente
ho dinanzi a me un muro.
ma come mai si spasima?
Perché si è inquieti?
Dove è scritto, dannazione.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0