PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

lacrime d'eternità

Lacrime d'eternità ti solcano il viso,
Lacrime che oramai ti hanno tolto il sorriso,
Lacrime amare che sanno di sangue,
E mentre lacrimi il tuo animo langue.

Soffri per l'amaro e doloroso declino,
Di cui è affetto il tuo dono divino,
Che a l'umanità un giorno donasti,
ingenuamente, con innocenza sperasti.

Tu nella tua infinità bontà
Pensavi al tuo dono nell'eternità,
Ma nulla oramai si può fare,
Se non piangere e sperare.

Sperare che l'uomo presto capisca
Ciò che possiede prima che finisca,
Poiché di tempo ne resta ormai poco
Prima che tutto sia purificato dal fuoco.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • danilo il 26/01/2010 20:40
    Stupenda... e non ho più parole.
    Ciao ciao.
  • Anonimo il 04/09/2009 12:58
    Stupenda... semplicemente stupenda!!
  • naida santacruz il 05/02/2009 09:33
    "Sperare che l'uomo presto capisca"L'uomo non potrà mai essere del tutto libero di fare le sue scelte, perché sarà sempre limitato e condizionato dai suoi bisogni materiali, sociali, morali e spirituali: perché noi viviamo in uno stato di necessità e le nostre scelte rimarranno sempre condizionate dalla presenza di tutti gli altri esseri viventi.
  • Vincenzo Capitanucci il 05/02/2009 07:26
    Speri-amo... la sua infinità bontà... non può tradirci...

    Molto bella...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0