accedi   |   crea nuovo account

Bicchiere di follia

Ti osservo,
servo asservito al tuo nero splendore,
riservandoti sordidi sussurri
di sussulti lascivi.

Ti osservo.
Ostinato, di ossessione ostinata,
ometto oggettivi ostacoli;
per l'ardor che mi brucia
pe' la tua fredda essenza.

Ti osservo dissoluto!
Assillato dall'assoluta assenza
di dissonanti difetti:
ne disseminati, ne dissipati,
ne dissoluti...
Assenti!

Ti voglio!
E voglio ber dalle tue labbra
la follia che vi contieni,
la follia che m'appartiene.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Chirio Giocoliere del Verbo il 05/02/2009 12:45
    rispondo a tutti sfatando chissà quale recondito sospetto di significato (una cosa che non andrebbe mai fatta).
    il soggetto osservato era un meraviglioso bicchiere a gambo lungo in cristallo nero, la sua follia? che costa 72 euro la coppia, la mia? volerli a tutti i costi!
    scusate ma io amo le parole e il loro potere qui espresso.
    grazie a tutti!
  • virginia marcelloni il 04/02/2009 22:42
    .. follia ke alimenta i nostri passi.. forse è quella la nostra unica via d'uscita...
  • Claudio Amicucci il 04/02/2009 22:17
    Bravo, completamente diversa, eppure c'è tanta passione!. E tanta follia: ma cos'è la passione se non follia?. Ciao Claudio
  • Anonimo il 04/02/2009 21:53
    Vestito di folle desiderio.
    Davvero ben scritta.
    Complimenti.
  • Anonimo il 04/02/2009 21:22
    Grandissimo come sempre... follia incsueta... sprofonda nel desiderio.. bravò
  • Diana Moretti il 04/02/2009 20:21
    una follia di <Esse> che si insinua, serpeggia e sfascia. Dia
  • Chirio Giocoliere del Verbo il 04/02/2009 19:30
    bene! credevo si apprezzassero solo banalità sull'amore...
  • Anonimo il 04/02/2009 17:36
    Piaciuta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0