accedi   |   crea nuovo account

Ai miei genitori

Nel momento in cui aprii gli occhi,
la luce mi colpì...
Non ero abituata al torpore caldo
e all'aria inconsistente.

Fu quando piansi che mia madre,
esausta ma contenta,
si abbandonò a un sorriso.
Si sentiva stralunata e
assolutamente sconvolta...

Aveva dato alla luce un angelo,
piccolo, dolce e allegro,
seppur piangeva in quel momento,
disperato.

Era così bella, la sua bambina;
gli occhi verdi arrossati dal pianto,
le guance inumidite dalle lacrime
trasparenti, le mani che si agitavano per
afferrare la madre...

Una presa che si sarebbe rafforzata negli anni.

Mio padre mi corse incontro e guardandomi,
represse a stento un sussulto;
così piccola e indifesa, nel suo fragile corpo,
Angela lo guardava.

Appena i loro occhi si incontrarono
con una dolce intensità,
la bambina smise di piangere.
Improvvisamente si sentiva sicura...
Il padre la accolse fra le sue braccia, forti.

Ma con molto timore
la tenne, spaventato dall'idea di
poterla in qualche modo
ferire.

Angela provò sempre sicurezza fra le sue braccia.

Adesso, passati tredici anni da
quel giorno stupefacente,
ancora penso
all'immediato amore che provai
per i miei genitori.

Ancora mi sento unita
incredibilmente
a mia madre...
Ai suoi sorrisi gentili e alle sue carezze confortanti.

Ancora mi sento
sicura
fra le braccia di mio padre,
che mi sostengono e mi alzano
quando le gambe cedono.

Ancora li amo, come se ne dipendesse la mia vita.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Anonimo il 02/05/2011 00:38
    Molto molto bella, complimenti
  • Angela Marino il 24/01/2010 13:45
    Grazie, siete molto gentili. Mi fa piacere di vedere che una poesia a cui tengo molto piaccia.
  • IGNAZIO AMICO il 02/03/2009 01:31
    Finché qualcuno in questo strano mondo manifesta sentimenti di tanta intensità e nobiltà, l'umanità può ben sperare in un miglior futuro. Poesia stupenda nella sua semplicità e tenerezza. Brava
  • Anonimo il 27/02/2009 20:40
    Vera e piacevole come un bel racconto. Complimenti Angela.
  • Ugo Mastrogiovanni il 23/02/2009 17:23
    Un’impostazione diversa e molto icastica quella usata dalla giovane e promettente Angela Marino; vedere e capire i propri genitori dal suo primo giorno di vita. È la prima volta che, con piacere, leggo una struttura simile e mi congratulo con Angela.
  • TIZIANA GAY il 16/02/2009 10:08
    brava angela l'amore filiale è un gioiello!
  • Anonimo il 12/02/2009 16:56
    che dolce bella angela
  • Angela Marino il 10/02/2009 17:48
    Grazie dei commenti. Mi fa piacere sapere che la mia poesia vi piaccia, sopratutto perchè è scritta col cuore.
  • Donato Delfin8 il 09/02/2009 21:21
    Dolcissima dedica. grazie a presto
  • Kiara Luna il 09/02/2009 14:28
    Una piccola fiaba autobiografica... brava Angela, sei nella giusta direzione
  • massa nunzia il 09/02/2009 13:18
    meravigliosa...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0