PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Una viola fa primavera...

Una pioggia pura e cristallina
ha da poco baciato il mio titubante giardino.

In esilio ha spedito
gli attempati garbugli di erbe di ieri,
e, generosa, ha lenito l'eterna sete di zolle in letargo di vita.

Ora, l'alba è madrina di unioni ispirate di cuore e di luce,
sul tappeto verde dei miei occhi immensi di bimba.
Amica cara di ogni mai visto risveglio,
mi prende per mano e mi porta con sè,
a seminar speranze di sogni a colori,
ed a spruzzar passione sui germogli assopiti dal tempo.

Ogni giorno, un novello raggio di sole
scopre il debutto di un timido bocciolo,
di una viola senza pensiero uscita dal ventre del cuore,
di un petalo pari di margherita per recitar l'antico "M'ama non m'ama".

Ora, il tramonto narciso
si specchia nei miei occhi allagati di mare, di arancio e di giallo,
mentre un gabbiano con aureola di sole mi dona rugiada di nuovo sereno.

Ogni sera, una tenera luna
sparge zollette di ninnananna sul mio ritrovato giardino,
e, dolce, lo trastulla con pozioni di anima e mistero,
per accoglier l'indomani il primo, innamorato raggio di sole.

Buongiorno, vita fanciulla!

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 11/02/2009 17:45
    bella ciao
  • Anonimo il 09/02/2009 23:29
    Piaciuta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0