accedi   |   crea nuovo account

Ritorno ad Ilio

A pascolar intento
i bianchi agnelli
casto Alessandro

Lasci la verga
per il dorato pomo
a te la scelta.

O stolto che sei stato!
Tra ben tre Dee sei posto
ed alfin la mela cedi.

Scopri così la beffa
della beltà muliebre
che poco offre e tanto costa.

E quando al talamo
di Menelao t’accosti
sei già di sventur pregno.

Or che al nero legno Paride
con Elena t’appresti
dai remator un grido insorge…

…Troia!

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 16/04/2009 00:33
    molto intrigante
  • Anonimo il 20/03/2009 19:18
    Le donne... le donne... caos senza il quale non si può vivere, gioia infinita... ma anche eterna dannazione già dall'antichità... e ne sanno una in più anche del diavolo!!! Bellissima
  • Vincenzo Capitanucci il 11/02/2009 10:57
    Sei un Atrio d'Amore... una gioia dell'anima... leggerti... Marcello... ritornando lì.. a l'Io...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0