accedi   |   crea nuovo account

Come lamento.

Non dimentico il tuo bacio,
boccone amaro sull’altalena di un sogno
che per un attimo nella notte,
grida briciole di poesia.
Ho chiesto alle stelle
lasciate che accadi di stare senza lui.
Preziose sono le catene che
come lamento ti vedono solo.
Violata l’identità del poeta…
voce della natura, forza dell’amore,
non come i nostri giorni falsi di passione.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Massimo Tusa il 18/02/2009 10:56
    Vedo l'azzeccata consapevolezza di un poeta, che è un passionale sincero, proprio come te.
    Brava
    Ciao
    Max
  • Dolce Sorriso il 15/02/2009 21:18
    triste ma bella
    piaciuta
    un abbraccio
    Anna.
  • Donato Delfin8 il 12/02/2009 17:33
    Tristettina grazie a presto
    Concordo con Rodica.
  • Rodica Vasiliu il 12/02/2009 15:39
    La passione non può essere falsa!! Siamo noi quelli che la rendiamo cosi... il giorno "dopo"!!
    Ciao!! R
  • Cinzia Gargiulo il 12/02/2009 15:22
    Parole ricche d' amore e al tempo stessi di sofferenza.
    Molto bella!
    Un abbraccio...
  • Poeta estinto il 12/02/2009 10:23
    la passione non si perde mai, questo la rende "nostra"

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0