accedi   |   crea nuovo account

Noi, i Poeti

non cercateci
non ci troverete fin quando noi non vorremo
siamo nascosti tra rime
e pensieri un po' strani

ci potrete scoprire nell'amore materno
o nell'odio crudele dell'amante tradito
siamo la passione devastante
la perfezione dell'estasi sublime

dagli inferi viaggiatori fuggiti
tramutati come Angeli del Paradiso
siamo noi che vi regaliamo un sorriso
le vostre lacrime ci appartengono.

ci troverete tra le dune d'arabia
nei silenzi dei deserti africani
siamo la belva che sbrana la preda
e la preda che fugge

siamo la pioggia che tutto trasforma
il fiume che scorre impetuoso
il mare che regala la vita
e lo tsunami riprende

nei visi nascosti delle donne in chador
nei volteggi dei loro pensieri
in quegli occhi che tanto hanno visto
siamo noi i colori di quelle anime

tra gli uomini non ci cercate
perchè lì non amiamo restare
noi siamo i poeti del mondo
voliamo e planiamo come i gabbiani

siamo nei sogni
e degli incubi siamo padroni
siamo il terrore e l'orrore
sappiamo anche amare quando vogliamo

siamo fatti così:
una razza di alieni
creata dal nulla, come per caso
abbiamo vissuto per dare un senso al vostro futuro.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 18/11/2011 06:52
    Bellissima Cesare... mi era sfuggita... le Vostre lacrime come i Vostri sorrisi ci appartengono...
  • Anonimo il 15/03/2010 22:34
    Bellissima poesia. Complimenti.

  • Anonimo il 14/02/2009 20:19
    Piaciuta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0