PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Osai

Con sfrontatezza, che gli anni giustifica,
osai chiedere a lei,
dolce cerbiatta dal seno possente,
vieni!
venne e tornò.
Poi non restò.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 07/05/2011 15:17
  • Enola Gay il 15/02/2009 12:30
    bellissimo il passato remoto di un verbo tanto audace, la perfezione della O del titolo, mi fa pensare alla potenza e all'atto all'unisono.(evviva Aristotile!)
  • giuliano paolini il 15/02/2009 10:20
    che strano il tuo osai
    mi ha ricordato che di fianco c'e' posto per o non sai
    e per stare di qua e di la' qualcuno ha inventato il bonsai
    che altro non e' che sapere bene
  • Alberto Veronese il 15/02/2009 09:23
    come il nascere e il dissolversi di tutte le cose. piaciuta. ciaociao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0