accedi   |   crea nuovo account

Barlumi di te

Quante volte ho desiderato parlarti,
lì cupo in quel mio sguardo sognante
restavo muto, fotografando un istante
che privo di senno, di certo sbagliato,
creavo per me ed il mio cuore malato.
Quante volte la rabbia mi destava repentina,
strappandomi la notte per quella triste mattina,
ed io lì a lottare, fiero, risoluto,
credendo esistesse un perché a quel ritratto muto...
Quante volte ho perduto la voglia, la fede, la speranza
di continuare a volare, ma senza coraggio, in quella misera stanza.
Viaggi, viaggi e ancora viaggi mentali,
giravo il mondo ad occhi chiusi per portarti da me,
monti, pianure e soprattutto mari solcavo in quel buio per giungere a te.
Ma poi l'incanto svanisce sempre e ritorno dal viaggio
e credimi non c'è niente di peggio;
e allora da sveglio tutto è scontato, effimero, banale
e tocca sintonizzare la vita su un altro canale;
ma tu non sai in quei viaggi quanto sembravi reale,
sai c' ho creduto,
anche se solo un frangente, se solo un minuto;
e allora sai che farò? ci crederò di più
e nel prossimo sogno, tanto è tutto mio
con rinnovata fede nel mio Dio,
proverò a baciarti e come ghost, chissà, magari a toccarti;
perché esiste, lo so, un singolo caso, sì privo di senno
e solo le fiabe lo sanno...
in cui un desiderio espresso con spirito puro,
magari prescelto se il fato vorrà,
faccia sì che un sogno pensato all'oscuro
si riempia di luce e diventi realtà.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • vale t il 27/02/2011 23:44
    ... vorrei davvero che un singolo caso in cui un desiderio espresso con spirito puro faccia sì che un sogno pensato all'oscuro si riempia di luce e diventi realtà...
  • vale t il 27/02/2011 23:43
    ... vorrei davvero che ci fosse un singolo caso in cui un desiderio espresso con spirito puro faccia sì che un sogno pensato all'oscuro si riempia di luce e diventi realtà...
  • Anonimo il 11/02/2009 23:41
    Un sogno pensato all'oscuro si riempia di luce e diventi realtà.
  • Matteo Sardelli il 11/02/2009 10:10
    voto "mi piace" perché la poesia mi sembra valida; l'unica cosa su cui avrei da ridire è la parte "... e come ghost..." che assolutamente non mi convince per nulla
  • mariella mulas il 10/02/2009 18:39
    Meraviglioso sogno da coltivare... ancora da fantasticare.. per un giorno che magico sarà se, come dici, diventerà realtà! Splendida.
  • Giuseppe De Paolis il 09/02/2009 15:40
    dolori adolescenziali e poco d'altro
  • Sandrino Aquilani il 09/02/2009 08:26
    Una confessione a cuore aperto. Auguri
  • Fabio Mancini il 08/02/2009 22:39
    Mi sembra un buon esperimento letterario. Però magari, la prossima volta, facci una poesia! Fabio
  • dramaqueen il 08/02/2009 13:13
    Non rientra nei miei gusti
  • loretta margherita citarei il 08/02/2009 05:51
    sono belli i concetti espressi ma è più prosa che poesia
  • Donato Delfin8 il 07/02/2009 19:44
    Buona ma la forma poco poetica. a presto
  • Anonimo il 07/02/2009 02:19
    Marco hai proprio ragione, è sempre una questione di coraggio.
    Attento alle rime:
  • Giovanni Conti il 06/02/2009 13:07
    Anche questo mi sembra un racconto tentato di obbligare in forma poetica.
  • Anonimo il 06/02/2009 12:22
    Il richiamo ad un film di buona fattura ma lontano dall'esser opera d'arte toglie ogni pretesa artistica all'opera, che rimane uno sfogo quasi adolescenziale.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0