username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Autunno nel mio cuore

Mi affaccio alla finestra
vedo solo foglie ingiallite e vecchie...
cadono e io cado con loro
ma non a terra,
in un buco nero pieno di male e di delusioni
è inverno
e il mio cuore è gelato dal 2 settembre
ingiustamente...

Mi affaccio alla finestra
non c'è più l'allegria di prima
che ci vedeva insieme,
eravamo contenti noi!

Mi affaccio alla finestra
sento freddo
ma non perchè fuori si gela
ma perchè non ci sei più tu a riscaldarmi il cuore
morto dalla tua assenza...

Ritorna da me..

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • Raffaele Arena il 20/09/2011 15:05
  • antonio castaldo il 13/06/2010 10:46
    bei versi, per l'inequivocabile... particolare momento
    piaciuta
  • Anonimo il 11/02/2009 22:19
    Non ci sei più tu a riscaldarmi.
  • Giuseppe De Paolis il 09/02/2009 17:35
    tema trito e ritrito
  • Sandrino Aquilani il 09/02/2009 08:45
    Un film rivisto ma che appassiona sempre. Auguri.
  • Fabio Mancini il 09/02/2009 06:57
    Mi verrebbe da dirti: Brava Veronica! Ma chi l'ha detto che per San Valentino si "deve" necessariamente scrivere cose romantiche? Forse la Perugina! Piaciuta la tua realistica e vera poesia. Fabio.
  • dramaqueen il 08/02/2009 14:41
    Poesia triste, bella, ma non c'entra nulla con San Valentino
  • Donato Delfin8 il 07/02/2009 22:07
    Da sviluppare meglio. Una domanda un po' ironica visto l'uso eccessivo :
    ma come mai la poesia non si chiama "Mi affaccio alla finestra" ?
    a presto
  • Anonimo il 07/02/2009 03:12
    Il ricordo del grande amore che ci porteremo dietro per il resto
    della nostra vita.
  • Giovanni Conti il 06/02/2009 14:05
    Cosa c'entra con San Valentino???
  • Anonimo il 06/02/2009 13:33
    Una visione personale dell'abbandono che non lascia traccia dell'elaborazione dell'evento. Trasuda vittimismo ed un autovalutazione della circostanza che impedisce trasporto al lettore.
  • loretta margherita citarei il 05/02/2009 19:48
    L'AMORE VA AMATO ANCHE QUANDO FA SOFFRIRE DOVRESTI USARE DI PIù LE VIRGOLE CHE AMPLIANO MEGLIO I TUOI CONCETTI BRAVA COMUNQUE
  • Anonimo il 03/02/2009 20:12
    Avrei evitato la ripetizione del "Mi affaccio alla finestra" ne avrebbe guadagnato l'opera. La trovo totalmente priva di originalità se si esclude la citazione del 2 Settembre. Inevitabilmente il lettore si chiede cosa sarà mai accaduto in quel ferale giorno, la risposta è comunque quasi ovvia. Poi ci sono le foglie cadute, ed il freddo del cuore, immagini abusate che non emozionano.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0