username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

A fili

Muro di smog
il rosso rigato
del tuo velo.

Scherzavo, io
scoprendoti
il volto.

Scoprivo
sete d'affetto
nel tuo sguardo.

Scoprivo
caffè amaro
sulle tue labbra.

Eri un libro aperto
parole chiare,
per me straniere.

Per me,
analfabeta
d'amore.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Antonio Ereditario il 15/06/2009 13:53
    veramente bella, reale. complimenti
  • Nicola Saracino il 18/03/2009 20:13
    Espressioni fresche, immagini autentiche. Grazie. Nicola
  • Anonimo il 11/02/2009 19:29
    analfabeta d'amore.
  • loretta margherita citarei il 10/02/2009 20:19
    qualche imperfezione nella forma, ma carina
  • Donato Delfin8 il 09/02/2009 22:19
    Bella. a presto
  • Giuseppe De Paolis il 09/02/2009 12:26
    originale e riletta con piacere
  • Sandrino Aquilani il 09/02/2009 10:52
    Versi che si leggono volentieri e fanno riflettere. Auguri.
  • Fabio Mancini il 09/02/2009 09:05
    Molto gradevole. Fabio.
  • Anonimo il 07/02/2009 09:45
    Una ricercateza di versi seppur brevi molto belli. Complimenti.
  • Anonimo il 07/02/2009 08:44
    Ben superiore alla media delle opere che ho finora letto e commentato. Cerchi di uscire dalla banalità e dalla retorica e questo è già un indice di bravura.
  • Kiara Luna il 06/02/2009 14:26
    Versi telegrafici ma d'effetto a spiegare che ad amare s'impara, come a tradurre i desideri muti. Mi piace.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0