accedi   |   crea nuovo account

Amarci

Amarci per l'ultima volta, ogni volta.
Sussurrando chiasmi di colpe vane,
di piaceri sudati fino
all'ultimo urlato spasimo
il cuore m'inondi
di lacrime non piante,
per l’ultima volta, ogni volta.
E giganteggi nuda
nel silenzio buio,
gravido di sogni trattenuti,
annaspando
tra lenzuola ammucchiate
e guizzi di stelle filtrate
dall'anta socchiusa.
Con i seni turgidi cerchi
labbra smaniose,
galoppando penombre
di piaceri ardenti,
giocando ad un gioco confuso
di sguardi e parole,
celando al cuore
riverberi d’amore.
Ma è l'ultima volta
come ogni volta.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Giorgia Piovan il 05/08/2011 22:54
    Questa poesia mi affascina molto!
  • Anonimo il 20/02/2009 22:19
    anche a me è piaciuta molto quell'immagine
  • Anonimo il 11/02/2009 19:11
    Giganteggi nuda. bellissima.
  • Kiara Luna il 11/02/2009 15:00
    Buona la forma anche se accentua eccessivamente, a mio parere, la materialità dell'amore.
  • Anonimo il 11/02/2009 10:54
    Molto sensuale (non mi trovo d'accordo con Mancini visto che, San Valentino, è meramente una ricorrenza commerciale e non religiosa. Quindi mi scandalizzo di più per tutto il lato consumistico che per una poesia sensuale scritta tra l'altro molto bene)
    Apprezzo lo scrivere diretto, e non edulcorato da vasi di miele che cariano i denti.. non la trovo volgare, ma piuttosto un ode al lato fisico dell'amore, che mi pare avvenga anche tra le coppie sposate in chiesa.
    Con "l'amarci ogni volta, come l'ultima volta" fai trasparire quanta intensità c'è.
    Marilena
  • Donato Delfin8 il 09/02/2009 22:04
    Non tanto sensuale manca il sentimento. a presto
  • Giuseppe De Paolis il 09/02/2009 14:14
    sensuale
  • Sandrino Aquilani il 09/02/2009 11:18
    Amarci unpò è come bere, respirare, diceva Lucio Battisti, ma anche forti sensazioni. Auguri.
  • Fabio Mancini il 09/02/2009 10:54
    Pur essendo un lettore e compositore di poesia erotica, la tua, per il contesto semireligioso (San Valentino, Santo realmente esistito, protettore degli innamorati e non mera invenzione della Perugina) mi sembra quanto meno irriguardosa. Al di là di questo aspetto, la tua poesia è davvero molto bella. Complimenti. Fabio.
  • Anonimo il 07/02/2009 10:01
    Prose carnali intense e piacevoli.
  • loretta margherita citarei il 07/02/2009 08:05
    il tuo, a mio giudizio, è solo amore sessuale, che crea sempre incertezze e dubbi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0