PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nell'orto degli Ulivi

Ho varcato l’ingresso
di un luogo a te caro,
dove la tristezza e l’ansia
ti fecero sudare gocce di sangue.
Oh! Uomo che tremavi
per il timore di accostare
le labbra all’amaro calice,
sai che contro di me ho Caifa?

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • loretta margherita citarei il 16/03/2009 10:10
    molto bella, invita alla meditazione
  • Adamo Musella il 24/02/2009 21:31
    Passi ripercorsi con dolorosa consapevolezza... un viaggio fatto nel ricordo... ora consapevolezza presente. molto bravo Fabio un abbraccio
  • Cinzia Gargiulo il 22/02/2009 11:18
    Forse Fabio in questo caso Caifa neanche si rende conto di esserlo...
    Ancora una volta una poesia che racchiude l 'amarezza del momento che stai passando.
    Bravo come sempre.
    Un bacio...
  • Nicola Saracino il 19/02/2009 23:45
    Ognuno di noi ha dentro di sé la voce di Caifa. Bene rendersi conto che è una voce "contro".
  • Anonimo il 19/02/2009 18:38
    Intensa descrizione del momento massimo di sofferenza dell'umanità... sei unico Fabio!!!!!
  • Anonimo il 19/02/2009 16:37
    Bellissima Fabio. Come è duro bere del calice, sentirti morire, e la debolezza umana ti spinge a non entrarci. Ma quel passo ti conduuce alla verità e scopri che tutto è inganno, solo li c'è la Vita e l'Amore, ma il passo è possibile se ti fai condurre da chi può compierlo per te. Caifa ti dirà sempre di rinnegare la Verità. Bellissima Fabio, da meditare.
  • Kiara Luna il 19/02/2009 15:37
    Quel luogo, più o meno coscientemente, lo conosciamo tutti... ci è così vicino che è sufficiente guardarsi dentro..
    e Caifa sta sempre fuori dalla porta... ma Lui ci terrà la mano quando berremo dal quel calice.
    Grazie Fabio.
  • Anonimo il 19/02/2009 09:45
    Se contro di te hai Caifa, vuoldire ke sei vicino a Colui ke in quell'orto sudò sangue! L'ho sentita molto questa poesia, perkè anni fa, quell'ingresso l'ho varcato anke io, e credo di capire quel ke puoi aver provato in quel momento!! E poi ho un vivo desiderio di ritornare in quei luoghi...
  • Vincenzo Capitanucci il 19/02/2009 08:50
    È meglio che un uomo solo muoia per il popolo... mentre nell'orto degli Ulivi gocciola Olio santo...

    Molto bella Fabio... profonda... penso che Caifa... sia sempre qui...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0