accedi   |   crea nuovo account

Luce

Nel buio della notte
in un letto d’ospedale
da molti anni eri li,
inerme con dei tubi
che ti tenevano in vita.

E la tua giovinezza
trascorsa lentamente
piatta, sempre uguale
senza un raggio di luce
che poteva illuminare
la stanza e la tua vita.

Eluana,
la luce che tu avevi
era debole, fioca
come quella di una vecchia lanterna
che lentamente si spegneva.

Anche tu lentamente
ti sei spenta
lasciando nei nostri cuori
un’amarezza
e una tristezza incolmabile.

Ora non sei più con noi
la stanzetta è sempre buia
ma tu ora ti sei rivestita di luce,
hai finito di soffrire,
questa luce ora ti porta
dove non si soffre più,
ora sei nella luce di Dio.


Dedicata a Eluana Englaro

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 06/03/2009 10:06
    Eri luce... e sei tornata luce...

    Molto bella... struggente... siamo stati tutti feriti... da questa vicenda Marcello... molti politici ci hanno speculato sopra... calpestando la dignità della famiglia... e di Eluana stessa...
  • Ugo Mastrogiovanni il 20/02/2009 15:47
    La vera luce nei sentieri di Dio; un augurio che esalta il verso già lodevole e gradito.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0