PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Mentre

Luci pallide qui dall’alto
con la mente lì protesa,
mentre in camera hai raccolto
solo il frutto di una luce accesa,
sera umida d’estate
dentro un gelido pensiero,
si susseguono giornate
come in poppa ad un veliero,
trasportato su è giù dal vento
come un destino da seguire,
mentre guardo dentro attento
una rotta da evitare.
Luci forti su nel cielo
con la mente lì protesa,
mentre tu sei un mistero
sempre con la luce accesa.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 20/02/2009 22:06
    Bravo! rendi molto bene l'idea di queste riflessioni.
  • francesco verducci il 20/02/2009 21:28
    Il faro che ci guida dentro il marasma dei sentimenti in tempesta.
    ciao
  • Kiara Luna il 19/02/2009 17:39
    Nemmeno la luce può svelare il mistero profondo di ogni cuore.
    Complimenti Antonino, molto bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0