accedi   |   crea nuovo account

Bolle d'aria

Giacciono inermi due teneri corpi,
stretti e sudati come un giglio di serpi,
d'amore nutriti, di lacrime e di pelle
giacciono soli lassù tra le stelle.

Li vedi errare per mari e per venti
salda l'unione di sorrisi e di stenti,
anime beate di polvere dorata
rincorrono lenti la vita passata.

Angeli velati dalle ali di vetro
con occhi sospiranti si volgono indietro,
cercano adoranti quel candido brillìo
che un tempo era stato l'unico desìo.

Ora ti guardo mio giovane amante
musica lieta al mio cuore danzante,
odi silente le mie note di fieno:
so che infinitamente accanto noi le canteremo.

 

1
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Anonimo il 28/12/2010 17:28
    Bella poesia, rime be scritte.
  • Cal laral il 21/08/2010 21:57
    MOLTO DOLCE. Evoca momenti magici ed irripetibili.
    BELLA!
  • Anonimo il 08/04/2010 12:47
    Molto bella questa poesia e la chiusa è fantastica.
  • antonio castaldo il 07/04/2009 22:58
    bellissima... e visto che è anche il tuo "buongiorno"dico "benvenuta"
    ciao
  • Rodica Vasiliu il 24/03/2009 18:52
    Veramente di una musicalità toccante!!
    Brava! R
  • Maria Carla Boccacci il 28/02/2009 21:45
    Ma sei bravissima!!!!!!!! Molto toccante.
  • giampietro habeler il 21/02/2009 19:53
    L'amore è una cosa meravigliosa, sia esso reale od immaginario oppure platonico. Amare è bene.. fa bene a sè ed alla persona che si ha accanto.. fa bene alla gente.. alla società.. all'umanità. Ciao.. a presto
  • Fabio Mancini il 21/02/2009 17:43
    Molto gradevole. Fabio
  • Manuela Terzo il 21/02/2009 17:06
    anche questa è deliziosa. a livello formale e ritmico davvero piacevole. a rileggerci!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0