PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Come l'ossigeno di un ricordo

Griderò nel terrore fin quando non mi sarai accanto,
volerei da te se le mie ali non fossero di cera.
Nascondo la mia solitudine scrivendo poesie,
spesso lascio spazio alla fragilità,
facendole impugnare la penna della mia vita,
permettendole di tracciare segni indelebili
su questa realtà così vuota.
Ma so che non ci sei,
che ogni secondo è perso senza te,
che mi manchi come l'aria da respirare,
ed è per questo che rischio di morire,
se quando sono sola,
non trovo al mio fianco,
la bombola d'osiggeno,
che contiene la forza inesauribile del tuo ricordo.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 22/02/2009 10:17
    Bellissima... Stella... in un volo verso il Sole... Amore... in piume delicate.. sospese in vuoto esistenziale...

    Ogni secondo... senza te... è perso...
  • Marcello Caloro il 21/02/2009 21:29
    Tutto molto bello, si piacevole. Se mi permetti, stride con il resto l'accenno alla bombola d'ossigeno. Al tuo psto avrei ercato un'altra immagine, più poetica.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0