accedi   |   crea nuovo account

Opi

Concedimi, o Dea,
i tuoi favori;
versami ciò che t’imploro!
Non gemme ti chiedo,
non ori ed argenti,
non tripodi bronzei.
Dalla tua cornucopia
lascia sgorgare
acqua di rose
e fiori odorosi,
sospiri d’aedi
e soavi parole.
Alla mia amata
recherò dono.
Per me soltanto
chiedo, ti prego,
opimo succo d’aloe.
Per sempre ne berrò,
se non conquisterò
il suo cuore.

 

1
8 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • loretta margherita citarei il 09/03/2009 07:20
    bella
  • laura cuppone il 06/03/2009 00:42
    versi aulici e sensuali con la natura a portata di poesia...
    bella e ben scritta.

    Laura
  • Marcello Caloro il 24/02/2009 14:07
    Grazie, siete molto buoni... Ammetto che la mia passione per la mitologia ed i classici greci, m'influenzi un pochino... ma non sempre. Un saluto a tutti voi.
  • TIZIANA GAY il 24/02/2009 10:45
    sì è vero fa venire in mente i poeti greci!
  • Angela Marino il 23/02/2009 12:46
    Bella e romantica... mi fa menire in mente gli scrittori greci che prima di iniziare un'opera, chiedevano ispirazione alle muse.
  • Anonimo il 23/02/2009 11:31
    Ma che meraviglia... una VERA poesia... sono senza parole... bravissimo
  • Donato Delfin8 il 23/02/2009 09:02
    Bellissima. grazie a presto
  • Vincenzo Capitanucci il 22/02/2009 17:50
    Ops.. stupenda Marcello... Consiva... acqua d'immortali rose... le faccio la corte anche io... ma c'è Orione...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0