PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Le mosche

Raccolgo i pensieri.
Giusto per dire che ci sono ancora,
che ancora combatto.

Disarticolate rimembranze di un tempo remoto
si porgono nude al presente
ed è già dolore.

Lavate dagli anni,
ancora mantengono intatta la capacità di spaccarmi l'anima,
di porsi tra me ed il futuro,
tra me ed il vivere.

È un brontolio sommesso,
cavernoso,
che sale improvviso dalle profondità dell'anima
a graffiare i miei orizzonti di serenità,
a ricordarmi di essere morto
ancor prima di esser vivo.

I miei pensieri non sono altro che mosche noiose e voraci
che fameliche si adagiano sulla mia carne ormai spenta,
imputridita,
per riscuotere il loro triste salario.

Fino a quando resisterò?

Quando,
ormai stremato,
troverò la forza per cedere all'oblio della notte?

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0