accedi   |   crea nuovo account

A Matteo...

Occhi azzurri scrutano
tra le foglie verdi e gialle,
i capelli come l'oro
copron la sua fronte rosa,
il suo respiro fresco
scompiglia i miei capelli,
il viso serio di quell'uomo
mi da altro a cui pensare,
la voce melodiosa
mi fa solo' in cantare;
L'uomo miesterioso
non sei altro che tu,
che mi dice un grand'addio,
per diventar sol'un saluto

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • augusto villa il 29/09/2006 10:16
    Bella, velatamente triste quale è la realta'... velatamente triste ma non angosciante... Mi piace. Ciao.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0