accedi   |   crea nuovo account

Il senso dei sogni

dal tempo è scomparso il futuro
e nulla ormai potrà più divenire
immobile nell’aria
resta il pensiero
immune ormai agli orrori degli uomini

perde la sua consistenza la notte
buia nello spegnersi del sole
rifulge nel canto del mattino
poi scompare come nebbia
tutto ciò che ti avvolse e poi ti riprenderà

ma ora sei tu
ed è difficile sciogliere i pensieri
si aggrovigliano per cercare l’uscita
e creandoti il disagio del nulla
sfondano barriere rischiando di naufragare
in mari sconosciuti

navigante esperto lotti
strenuamente tra marosi di passioni e di orrori
che nei sogni non hanno senso
divenendo troppo materiali nella realtà del vivere

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 15/08/2016 03:56
    apprezzata... complimenti.

2 commenti:

  • M. Cristina Tacchini il 25/02/2009 15:39
    Bella passeggiata descrittiva nel mondo dei sogni, Cesare. Bravissimo! Ciao
  • Anonimo il 25/02/2009 13:05
    Cesare, con i tuoi versi hai fermato il tempo per concedere a noi tutti una pausa di riflessione!
    Complimenti
    Contessa Lara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0