PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

È silenzio

È silenzio
quando é notte
e vago insonne nel pensiero di te.
Ripercorro nella mente quei sentieri
fatti di parole che non sono
quelle che però vorrei sentire.
Ed allora…
è sempre più silenzio nel mio cuore
che, se pur gemente,
non ha forza per gridare
la sua disperazione.
È silenzio
quando, chiudendo gli occhi,
finalmente mi avvolge
il caldo e amaro abbraccio delle lacrime.
È silenzio
questo amore che vive nel silenzio
e se mai diventerà rumore,
sarà ciò che mi condurrà verso l’oblio.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • marcella vitelli il 10/07/2012 11:18
    Grazie Filippo del tuo apprezzamento, mi fa molto piacere. a presto, Marcella
  • Filippo Minacapilli il 01/07/2012 12:34
    Bella... mi piace... molto!
  • Adamo Musella il 15/06/2009 22:06
    A volte proprio inutile spendere parole che non aggiungerebbero assolutamente nulla al fluire del destino... molto sentita Marcella, baci
  • Anonimo il 05/05/2009 11:46
    Non ti definisci Poeta, ma chi e' un poeta?
    Quali sono le caratteristiche peculiari?
    Usa le parole, come tutti. Le parole sono di tutti e sono sempre le stesse.
    O perlomeno, chi e' che decide se uno e' poeta o no?
    Mah..
    Ciao
    MAx
  • marcella vitelli il 10/03/2009 10:35
    Mi fa molto piacere ricevere il vostro apprezzamento. Questo mi incita a continuare. Certo, come ho già detto più volte, non posso certo definirmi poeta ma tutto ciò che scrivo é frutto del mio "sentire" e, tradurlo in parole che trasferisco agli altri e con ciò farlo comprendere, mi gratifica tanto. Grazie a tutti.
  • Alberto Veronese il 06/03/2009 21:03
    molto bella. complimenti. riesci a cogliere l’essenza dell’umano e la meraviglia del vivere.
  • Marcello Caloro il 27/02/2009 13:49
    Mia involontaria omonima volta al femminile, la tua cortesia è dolce, così vengo a conoscere chi sei, da ciò che scrivi e, tra le due poesie proposte ne vedo una passata, immeritatamente, senza commenti. Mi piace e ben narri d'un amore segreto. Personalmente avrei diviso le strofe diversamente, ma... Voto max. Ciao.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0