PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Guardandoti negli occhi

Guardandoti negli occhi si apre un Universo
infinito
pare dissolversi nelle sfumature indaco e oro.
Rimane il riverbero
nelle Tue parole
nel suono sommesso della Tua voce.
La seduzione è l'arma che impugni
il muro che hai issato
il muro che difendi
per difenderti.
Ma il nemico dov'è?
Dove si cela e perché si nasconde?
La sentinella del Tuo cuore sonda l'orizzonte
non vi è che il deserto
non si vede barbarie
non si notano ombre
se non quelle del passato.
Non è dunque l'ora di conceder riposo alla sentinella?
Guardando negli occhi, con gli occhi, il nuovo giorno.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 20/07/2009 22:56
    La più grande differenza tra un uomo ed una donna sta nel cuore diverso che hanno il tuo ha sciolto ogni briglia e corre lontano mi piace molto questa tua poesia.
  • Donato Delfin8 il 26/02/2009 03:14
    A volte basta guardare tutte le "cose" con nuovi occhi per vederle diverse o come non riuscivamo a vederle. È importante riconoscrere le proprie maschere e liberarsene. O almeno farsi liberare!
    grazie a presto
  • Adamo Musella il 25/02/2009 22:23
    La pace un bene prezioso, la guerra un'abitudine dolorosa che condiziona troppo spesso le nostre scelte... il riposo in invito ad abbassare ogni difesa e lasciarsi andare. molto bella Maria baci
  • Fabio Mancini il 25/02/2009 21:11
    Nelle prime due strofe c'è molta magia. Quando invece parli del deserto e della sentinella, mi fai venire in mente: "Il deserto dei Tartari". Ma quel Nemico che accuratamente si nasconde, non posso non pensare a colui che ultimamente mi ha pesato, misurato e ha soppesato ogni movimento e ogni parola, tentandomi attraverso i volti delle persone amate. Non lo scorderò mai! Vorrei riposarmi, Carla, come quella sentinella. Ma non posso. Molto bella la tua poesia, Maria Carla. Forse perché la sento un po' autobiografica. Baci. Fabio.
  • Maria Carla Boccacci il 25/02/2009 20:05
    Grazie Serenella, ne hai capito il senso. Un bacio
  • serenella v il 25/02/2009 19:31
    lasciando finalmente libero il cuore di abbandonarsi all'amore.
    Molto bella, complimenti.
    Ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0