PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Mare

Come questo ramo schiaffeggiato
dalle onde, corroso dal sale,
il mio spirito, bisaccia di sconfitte
e malinconie, prosciuga questo
nero sangue saldato nelle
mie vene.

Fragili tempi
di giorni reduci
naufragati all’orizzonte

qui la resa incarna
solo lo sconforto

La mia fede straniera
nel silenzio, trionfante
nella pace.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Francesca Chiodi il 17/10/2009 17:17
    splendido ritratto di uno stato d'animo, sono incantata.
  • Anonimo il 06/04/2009 11:23
    Bellissime note. Sanno come sfiorare le corde dell'anima.
    Complimenti.
  • claudia checchi il 27/02/2009 15:36
    Molto bella complimenti.. Camillo.. un saluto.. Claudia..
  • Camillo Cantagallo il 26/02/2009 13:03
    Scusate ho sbagliato volevo commentare un'altra opera.
  • Camillo Cantagallo il 26/02/2009 13:01
    Bella. Complimenti Camillo
  • serenella v il 25/02/2009 19:21
    bravissimo... molto bella e sentita.
    Ciao
  • Anonimo il 25/02/2009 18:38
    Bella.
  • M. Cristina Tacchini il 25/02/2009 17:46
    Intensa e combattiva. Piaciuta anche a me, Camillo. Buona serata!
  • Anonimo il 25/02/2009 17:07
    Piaciuta
    Contessa Lara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0