accedi   |   crea nuovo account

Antaram

Quando seduta bambina
sulla riva del fiume ridevi
il mio cuore volava felice

con occhi di giada
correvi tra soffici nuvole
ti perdevi nei voli di bianchi gabbiani

erano dolci le estati a Yerevan
coperti di candida neve gli inverni
candida come il tuo luminoso sorriso

ti ho vista nel tempo
che vola veloce
e tutto trasforma

da ragazza che eri
di forme da donna vestita
e presto

ne sono cosciente

lascerai questo nido materno
perché la vita non fugge
ma ti si avvicina con sfacciata baldanza

ed oggi mentre correvi felice
sembravi ancora bambina
con quel mazzo di fiori

dalla sposa lanciati
caduti leggeri sul tuo cuore
di sposa futura

raggiante vestita di luce di stella
le mani racchiuse sui fiori
venivi verso il mio amore

guardandoti ho visto il futuro
quel mazzo di fiori sarà come il tuo nome
eterno nella sua immacolata bellezza

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • GUIDO MOROSI il 29/05/2011 18:52
    raggiante vestita di luce di stella
    le mani racchiuse sui fiori
    venivi verso il mio amore
    che bello l'amore, bravo cesare, piaciuta
  • Rodica Vasiliu il 27/02/2009 14:07
    Bellissima e commovente come una sposa nel suo vestito candido!!
    Piaciuta molto!! R

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0