PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

ometto

il cuore si muove
cauto e signore
proprio a ridosso delle palpebre
e con garbo e delicatezza
rende ad ogni alba
il suo onore
ma solo un pochino più in fondo
sullo schermo scuro
si proietta il film del tempo
quello che nessuno
riesce a guardare col giusto distacco
le immagini sapientemente confezionate
incalzano con quel che manca
e precipitati
nel bisogno fittizio
si supplica, si implora
l'arrivo del superuomo
mentre l'uomo resta latente
inconsapevole
del suo tesoro.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 26/02/2009 21:22
    Davvero bella... profonda nella sua essenza... bravissimo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0