accedi   |   crea nuovo account

La poesia infinita, seconda parte

e se i desideri si avverassero
sceglierei di averti compagna
in tutti i miei futuri

e i passati già vissuti
li duplicherei
per rivederli all’infinito

se poi il sole dovesse spegnere
il suo calore
riscalderemo il mondo al nostro amore

della vita assaporeremo insieme
i frutti
amari a volte saporiti

è la vita la nostra vita
e non faremo scempio di questo nostro andare
avremo prove ardue da superare

non so e non lo sa il destino
saremo noi a far sì che tutto sembri
la normalità che è viva in noi

a volte la tristezza potrà arrivare
partendo da lontano
silenziosa e sola

ma in questo nostro incedere
non potrà fermarsi
dovrà fuggire oltre

la’ dove arrivano
i nostri magici confini
sarà battaglia

dura e senza tregua
solo insieme riusciremo a conquistare
nuove terre oltre l’orizzonte

armati come mai nessuno
cavalcheremo l’arcobaleno
per giungere dove l’uomo non osò

saremo noi interpreti e scrittori
modelli e poi pittori
saremo solo noi ma mille io e mille tu

un uomo e la sua donna
mai in bianco e nero

12

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • M. Cristina Tacchini il 27/02/2009 17:56
    Pieno di forza, di vitalità e di coraggio anche il secondo capitolo di questo accattivante romanzo d'amore. Bravo come sempre, Cesare! Ciao
  • Anonimo il 27/02/2009 09:24
    Piaciuta
    Buona giornata
    Contessa Lara
  • Vincenzo Capitanucci il 27/02/2009 09:00
    Un duplicato di Sole... per un infinito futuro...

    Bellissima Cesare... e più... pronto per una terza... e più...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0