accedi   |   crea nuovo account

Leggendomi in un paradosso esistenziale d’extrasensibilità

I ricordi di una vita paradisiaca
sono seppelliti sotto falde freatiche ricche d’inconscia beatitudine cantante

pronte lì in sorgenti oasi di luce
per l’attento lettore di se stesso

Testimonianze di antichi arcani Amori volanti

plananti giù dal cielo
calanti
nella maestosità del volo d’aquile realmente reali

ghermenti agnelli di sarmenti felicemente gementi

graffiante sempre più nella vita diventa il dolore Altrui
in piccoli attimi estremamente ferenti

quando il dolor non abita più in Casa tua

rimane sempre in giardino un pozzo d‘universale sofferente Amore!!!!

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 07/03/2009 21:33
    m olto bella vin bravo
  • Anna G. Mormina il 03/03/2009 08:59
    ... 'quando il dolor non abita più in Casa tua'...
    C'è sempre qualcuno, fuori, che soffre... in silenzio, senza darlo a vedere!
    ... molto bella, un abbraccio! :o*
  • Anonimo il 02/03/2009 18:57
    Gli arcani amori volanti.. di realtà realmente regali.. Vincé, un saluto piumato, mio caro discoforo pennuto! Ciao.
  • cesare righi il 02/03/2009 14:06
    falde freatiche... in sorgenti oasi di luce... la copierò!!! 5stelle
  • Anonimo il 02/03/2009 13:04
    È bellissima Vincenzo... mi ha portato lontano, con la mente e cool cuore... bravò.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0