PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fili

Fili invisibili mi avvolgono.
Resistenti, tenaci!
Stringono la mia vita con ostinata determinazione,
ognuno è un dolore,
un prodotto razionale della mia mente.
È un impegno preso con la mia coscienza,
con la mia vita.

Girano vorticosamente attorno a me,
continuando a tessere il grigio sudario del mio esistere.

Chiedo aiuto!... No!...È inutile!

Ovunque mi giri,
vedo solamente bozzoli di seta bianca,
ognuno con la sua larva umana da isolare,
da proteggere.

Sono loro a dominare il mondo,
a pilotare le nostre stupide vite
di "uomini liberi"!?!

Vorrei strapparmeli di dosso,
sradicarli dalla mia mente,
dal mio cuore.

Vorrei respirare la stessa aria
che prepotente gonfiava i miei polmoni di fanciullo,
rivedere gli stessi intensi colori di allora,
annusare gli stessi inebrianti profumi di allora,
come allora emozionarmi per le magiche scoperte della vita.

Alla fine mi avrete!

Avrete la mia fantasia,
la mia gioia di vivere,
la mia capacità di amare.
Ma almeno avrò combattuto,
avrò lottato contro il vostro moralismo domenicale,
contro la vostra frenesia dell'apparire per essere,
essere ciò che non sarete mai,
contro l'assurda logica del vostro egoismo latente.

Sì!... Alla fine mi avrete!

Ma questo avverrà nell'attimo esatto in cui
la mia vita lascerà il mio corpo per sempre,
e sarà un rapido incrociarsi di sguardi,
prima di scendere nel nero abisso del nulla.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0