PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fughe

Al par dell'aria
pel soave dormiveglia,
s'alzavan li pensieri
d'in su la fontanella
oltre la chioma.
Eh si che furon miei
i monelli salpatori!
Fugaci furono le corse
per bei castelli in aria,
che a me lasciaron vuoto
il capo, dimentichi
della memoria
stagliavano tra l'abitudine
e il ricalcato quotidiano,
sì tale fu la smania
che in breve anch'io
mi ritrovai fuggiasca alla corteccia
appresso a li pensieri
beata tra gli allori.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • tanya belletti il 18/03/2009 22:10
    ... graziiiiiiie 1000..
  • Massimo Migliore il 05/03/2009 12:20
    Bello il tempo e bello stile... complimenti.
  • Anonimo il 04/03/2009 16:58
    Piaciuta, anche per lo stile.
  • augusto picci il 04/03/2009 16:00
    bel canto, un inno alla gioventù senza pensieri acompagniato da un bel ritmo scorrevolissimo e piacevole, complimenti. ciao, Augusto.
  • Anonimo il 04/03/2009 15:58
    Brava!!!
    Complimenti
    Contessa Lara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0