accedi   |   crea nuovo account

Fado

Caviglie avvolte
Polsi legati
da strette laceranti
sartie invisibili

Ancorata alla sabbia bagnata
lo sguardo perso sprofonda
oltre i moti ondosi

Mani afferrano rammendi
di reti stantie e consunte
da salsedine e tempo

Sussurri
Parole
Preghiere di attesa al vento

speranza
angoscia
ombra di morte
e le vibranti corde
che rivelano
l'essenza del fato...
... il fado

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 19/03/2009 23:38
    Pensieri che bruciano
    come salsedine la pelle
    La voce roca
    chiude la serratura
    della prigione
    Cella di sabbia ed orizzonti.

    K.
  • Michelangelo Cervellera il 04/03/2009 20:01
    vibra bene questa tua poesia, armonica e piena di saudade.
    Michelangelo
  • Dorian Di il 04/03/2009 19:19
    Pensavo proprio alla sua voce Deppi.
    La voce del Fado.
  • Debora Di Mo il 04/03/2009 19:18
    Dorian,
    è il ritratto perfetto di Amália Rodrigues!
  • Dorian Di il 04/03/2009 19:16
    Chitarra Portoghese,
    Impressioni di Viola.
    E la voce,
    Roca di fumo
    E un nodo in gola.
    Echi di separazioni ed attese.
    Ed ancora chitarra Portoghese.

    Dorian
  • Anonimo il 04/03/2009 19:07
    Bellissima questa tua poesia, corrisponde esattamente al cuore del Fado.
  • Anonimo il 04/03/2009 19:01
    Si avverte il dolore, e l'angoscia, fino a vederne l'immagine! Bravissima!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0