PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Oltre

Or ruvida or tenera
l'anima mia,
allattata da fiori acerbi
e spine sempreverdi.
Col sorriso ancora infante
riverso pianti in brocche
di speranza,
sovente riaffiora la paura
che se ne va sfamando
l'ingorda bocca del
destino,
che attende spalancata
al varco.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • tanya belletti il 18/03/2009 22:08
    ...
  • Nicola Saracino il 07/03/2009 12:29
    Brocche di speranza... e l'ingorda bocca del destino, alimentata dalla paura, nulla può contro un sorriso ancora infante. Lo stile vagamente ricercato, ma non artefatto, ben si addice ai delicati simbolismi. È poesia matura.
    Nicola
  • Riccardo Brumana il 05/03/2009 00:22
    la nostra anima, comunque sia, andrà in bocca al futuro.
    mi piace lo stile con cui hai scritto questa poesia, non è diretto ma evocativo.
    brava.
  • Anonimo il 04/03/2009 23:22
    Bellissima.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0