accedi   |   crea nuovo account

Proposta indecente di Vita eterna

A volte non ho neanche più voglia di vedere me stesso

pur essendo un fiore in un raggio di sole

sui divini dossi
dei paradossi

in una goccia di suicidaria rugiada

vuoi sposare le mie candide ossa?

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anna G. Mormina il 05/03/2009 17:14
    ... dolce fiore in raggio di sole, anche a me, a volte, capita di non aver voglia di guardarmi...
    ... ma tu non pensi a quanti, invece ci vogliono bene?
    ... solo una piccola malinconia, vero?... però scritta con grande maestria! :o*
  • giuliano paolini il 05/03/2009 15:01
    ti ricordo che la vite eterna non e' poi cosi' malaccio dato che fornisce due raccolti annuali di frizzantini e baroli e pure qualche cassoela
    dai vecchio fringuello che finge di essere un pipistrello che non sei ancora da buttare
  • Anonimo il 05/03/2009 10:00
    Una proposta veramente indecente, se si pensa che la sposa, anzichè di bianco vestire, voglia indossare una tunica nera e che, al posto di un mazzo di fuori, rechi in mano una falce...
    Matrimonio sconsigliato...
    Un caro saluto
    Contessa Lara
  • Antonietta Di Costanzo il 05/03/2009 08:41
    Il titolo non lo vedo molto appropiato: quando l'ho letto non pensavo di leggere candide parole, con un'inusuale proposta d'amore!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0