PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A Marcello Caloro

Op un salto nella roccia
dove la luce si fa spada
per leggere questa litografia
bisogna veramente essere piccoli e puri

spogliandoci nella sorgente della nostra armatura pesante

Qui il bi-sogno è di un aura in color oro nudo

È il confine fra la luce e la materia
tra la vita e la morte

fra l’essere ed il non essere

Riuscirà il nostro eroico amore in eros
con i capelli sparsi negli occhi del vento
a vincere le radici della morte

tempestandola di baci

nel mitico mistico platonico sogno degli esseri unici rotolanti in abbracci di sferica leggendaria palla

dove gli uomini diventano sublimi

con colossali labbra rose
bevendo l’elisir della vita
ed essendo bevuti dall’Amore nelle loro più intime essenze

nel corpo immortale di Donna Gloria

Solo Achille lo sa nel suo fragile vulnerabile venerabile tallone di uomo mortale
amante

nello stretto dei Dardanelli un dio ha lanciato i suoi dardi passando attraversando tutti i sette titanici anelli-scuri


Noi i nostri magici fedeli profetici amori di destinati dadi gettati ad Itaca

presso le volanti sovrapposte mura teutoniche riscoperte nelle innumerevoli città di Troia

nell’infinita speranza di amarci per sempre

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Marcello Caloro il 05/03/2009 17:32
    Caro Vincenzo io sono Nessuno. Tu m'esalti ed io t'abbraccio. Se mai del loto dovrò cibarmi, al Dio elevo preghiera perchè non debba obliare la tua dedica.
    Commosso. Che Hypnos ci consenta di continuare a sognare. Ciao.
  • Anna G. Mormina il 05/03/2009 17:18
    Marcello sarà molto contento di questa tua bella dedica...
    ... op, un salto nella fantasia e la speranza di volersi sempre bene!

    ... molto piaciuta!... :o*
  • Anonimo il 05/03/2009 11:34
    Mon capitaine... una dedica bellissima... sono quasi invidiosa!!! Se non ne avessi dedicate almeno un paio a me, mi sarei offesa... ma è davvero bellissima e poi Marcello è... un'Odissea!!!
  • cesare righi il 05/03/2009 08:37
    non ho parole... che dire... sei andato oltre

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0