PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La poesia infinita... quarta o quinta...

...
un po’ di invidia
mescolata a qualche grammo di dolcezza
qualche etto di sorriso

terrore
e tranquillità
amalgamati insieme

un po’ di terra di montagna
non potrà mancare
sabbia rossa del deserto

qualche nuvola bianchissima
fili d’erba appena nati
e pioggia fresca sopra i mari

sole caldo eterno e non alieno
tante notti splendide
dove sconosciute nove ricreano la vita

poi la magia pulita
del creato
nessun legame col passato

è il nostro camminare
fatto d’esperienze
ed a volte un controsenso

noi che camminiamo dentro il mondo
essendone coscienti
e tanti altri insieme a io/te/noi

tutto questo ha un risultato
già scontato
la nostra bella terra

è per te/me/lei
anche questa mia infinita
per tutto ciò che sa donarci

continuerò così ancora
tanti anni in compagnia
a lasciare questa mia/tua piccola scia

poi succede come oggi
che ti penso ogni tanto e
quanto ti vorrei qui insieme a me

... e continua... continua... ciaociao

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 05/03/2009 17:17
    Bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0