PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Falce di luna (4 marzo 2009)

Trafiggerò..
con soffice lama di sorpresa
il percorso scritto
nel vicolo cieco,
da smemorati
ricoperti da pellicola di angoscia...
con il respiro affannoso
di fresco catrame fumante.
Estirperò lingue
legate al filo dell'inganno
scivolose
di maleodoranti intenti...
ruvide di dilagante falsità...
mi solleverò
dal pattume degli occhi di vetro...
che hanno svenduto
la loro lucentezza..
per oasi ricoperte di sabbia.
Mi distaccherò
da volgari richiami
di mollicce ossa...
programmate
da malsani equilibristi...
barcollanti
sul dirupo della vergogna...
respirerò
dalla forza dell'incertezza
libera da sbarre
di sforzati sorrisi ricattevoli...
stagnanti nelle rughe
di defunti ruffiani...
e mi illuminerò
nel ritratto della luna nera
stagliante sull'orizzonte...
sotto copiosa pioggia
sfaccettata di giustizia.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 07/03/2009 17:37
    che bella rik... hai delle belle emozioni dentro. e non vorrei essere presuntuosa nel dire che le capisco e comprendo...
  • tanya belletti il 06/03/2009 09:04
    stupendamente bella!!
  • IGNAZIO AMICO il 06/03/2009 00:43
    Bella invettiva, rabbiosa e furente. Bravo... ma ora calmati, cogli anche il bello della vita. Ciao.
  • Anonimo il 05/03/2009 22:38
    Magnifica.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0