accedi   |   crea nuovo account

A BERSEZIO

A Bersezio…


Sospiri dal cielo
che passano prima tra i capelli del prato
solo dopo tra i miei.
Portandomi freschezze d’acque,
sguardi di caprioli,
leggerezze d’aquile.
Cerco di ascoltarmi,
i pensieri saltano,
come i passi tra i sassi.
Le strade rimpiccioliscono,
alla ricerca di rifugi.
I fischi delle marmotte
mi precedono,
ma la valle è così grande,
che mi seguono.
Nell’immensità verde e celeste
ognuno scopre un po’ di sé.
Non è forse questa
la meta ed il rifugio più grande?

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • celeste il 22/11/2006 21:03
    mi hai rubato l'anima, non mi strapperai il cuore?
  • antonio sammaritano il 05/09/2006 12:17
    cara Flavia, ti ringrazio per avermi letto e di aver trovato decenti le mie poesie. Le tue sono belle, semplici ma soprattutto sentite. Ciao Flavia e complimenti.
  • vito ferro il 04/09/2006 21:52
    brava.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0