accedi   |   crea nuovo account

Perdono

Perdono

Ti chiedo perdono
Se ho creduto
D’essere stato abbandonato

Ti chiedo perdono
Se credendo d’essere impazzito
Ho cercato di metterti da parte

Un gabbiano ferito
Guarda il cielo
E si chiede perché non riesca a volare

Crede che l’amico vento
Si sia stancato di sorreggerlo
Di portarlo verso il sole

Ti chiedo aiuto
Sono solo un uomo nudo
Di fronte al destino

Ti chiedo aiuto
Perché solo chinando il capo
Troverò la forza di volare

Dottore, Dottore soccorso riparo
La pazzia di crederti
Ha fatto di me quel che sono

Dottore non mi curare
Così ti potrò ancora credere…

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • silvana capelli il 09/08/2012 14:54
    Il dono dello Spirito è entrato dentro te, non hai bisogno del medico del corpo, perchè ora volerai leggero come un gabbiano, sarai sorretto dalle sue ali, che bella sensazione di libertà!
    Molto piaciuta, Tanto bella!
  • Riccardo Brumana il 07/03/2009 14:42
    credere in Lui è come amare una donna... anche quando crediamo che sia passata basta poco per rivivacizzare le fiamme... fiamme di passione e gioia che ogni volta si innalzano sempre più.

    bella composizione. bravo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0