username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

attraverso sette mari

Occhi verdi e pelle bianca
Viso tenero e mani piccole
Capelli, la sua ossessione
Sorridere sempre quasi la sua professione
Lontano da me sei nata
Nei momenti quando hai cercato
Un amico di banco
Un compagno da dividere i tuoi segreti
nel momento che ti sei sentita sola
Scusami tanto per ciò che è stato
Torna indietro nel tempo
Vedrai che mi troverai al tuo fianco
per cancellare ogni traccia
della solitudine tua, amore mio.

Tu percorrevi sentieri nei monti
Felice e ci siamo conosciuti
Io ero sulla strada del sapere
Le tue carezze d’amicizia
Ancora oggi sono fresche sulla mia mano

Lontano da te ho vissuto per un po’
Ho sofferto per la tua distanza
Il tuo piangere all’aeroporto
Il mio dolore al ritorno senza di te
Il tuo volermi bene cosi intenso
Scusami tanto ma non sapevo
Come vendere i sette mari
Come tenere la tua mano
nel modo che nessuno ha mai fatto

La mia dolce compagna
mille volte il mio nome chiama
attenta alla mia comodita
accarezzi il mio mento, il tuo vizio
oggi la mia spalla il tuo riposo
Il tuo respiro sul mio viso
Il tuo vivere con me
Tutto ha un sapore
del tuo amore.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Raju Kp il 13/03/2009 20:34
    grazie Tutti voi per questi commenti belli
  • Anonimo il 08/03/2009 13:26
    La lontananza riesce spesso a mettere a fuoco ciò che conta veramente, così i sentimenti trovano una nuova forza capace di sfidare le avversità.
    Buon viaggio Simbad, bellissima poesia
  • tanya belletti il 08/03/2009 11:32
    bellissima.. languidi versi sfociano nell'oblio dell'amore..
  • Dolce Sorriso il 07/03/2009 23:01
    bella poesia... tu dolcissimo come sempre
    bravo
    smack

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0