accedi   |   crea nuovo account

Fotoricordo

Non so se aprire al riso oppure al pianto
pensando a come siamo, un po acciaccati,
e come invece un tempo siamo stati,
tu si me lo ricordo eri uno schianto,

completo in seta giallo ed amaranto
col capellino lilla, occhi truccati,
come eri bella il di che ci han sposati,
io invece stavo li sembravo un santo

che proprio mai nessuno ha festeggiato,
l'abito blu, le scarpe troppo strette,
e il papillon col caldo di quel Maggio,

mi sentivo ingessato dal disaggio
fu forse il vino che ci offri quel prete
che mi ridiede lustro e un po di fiato.

 

4
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • loretta margherita citarei il 17/03/2009 14:39
    meravigliosa e giocosa
  • Anonimo il 13/03/2009 16:58
    veramente bella.. come la magia di quel giorno che racconti bene
    un sorriso Aurora
  • augusto picci il 08/03/2009 14:10
    Gratzie Tania, gratzie AnnaKiara.
  • tanya belletti il 08/03/2009 10:27
    Magica come quel dì.. bello il rinnovo del tuo amore!
  • Kiara Luna il 08/03/2009 09:58
    Scorrevole e molto musicale diapositiva di un giorno unico.
    Complimenti sinceri.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0